La rete del Portale Italiano è un aggregatore di news è pubblica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento, come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana.  Puoi richiedere la rimozione o inserimento degli articoli  in qualsiasi momento clicca qui.  Al termine di ciascun articolo puoi individuare la provenienza.

Regione Siciliana – Sito Ufficiale

Finanziamenti bancari

Richiedi info per finanziamenti agevolazioni e investimenti

Operativi su tutto territorio Italiano

WhatsApp solo messaggi

Un Patto con i giovani imprenditori siciliani per rilanciare l'Isola

INFRASTRUTTURE - Ex ponte Graci, Regione finanzia ricostruzione

INFRASTRUTTURE

Finanziamenti online

Richiedi info per finanziamenti agevolazioni e investimenti

Operativi su tutto territorio Italiano

WhatsApp solo messaggi

Sopralluogo dell’assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falcone nell’area dell’ex Ponte Graci, sulla Ss 121 Catania-Paternò, fra Misterbianco e Motta Sant’Anastasia.
«Abbiamo verificato lo stato dei luoghi – dichiara Falcone – e incontrato i rappresentanti delle due città che, con la demolizione del ponte, hanno perso un collegamento vitale per cittadini e imprese. Avevamo preso l’impegno per la rapida ricostruzione dell’infrastruttura e così sarà: il Governo Musumeci investirà oltre due milioni e 300mila euro attraverso un accordo quadro con l’Anas».

AGRICOLTURA - Potatura verde agrumi, no a stop contributi

AGRICOLTURA

“La potatura verde degli agrumi è una pratica agronomica fondamentale per migliorare la qualità dei frutti, poiché consente l’eliminazione di quelle parti che sottraggono linfa e acqua a discapito della pezzatura del frutto e la penetrazione della luce all’interno della chioma creando condizioni favorevoli per una fioritura precoce in primavera, oltre che per una produzione più uniforme e di migliore qualità”.
Lo dichiara l’assessore regionale per l’Agricoltura, Edy Bandiera, dinanzi alla paventata ipotesi, da parte del ministero delle Politiche agricole, dell’improvvisa esclusione degli aiuti, fino ad ora erogati per tale intervento ai agricoltori. Nella fattispecie, Bandiera, ha chiesto al Ministero, con apposita nota, il mantenimento dell’intervento di potatura verde per gli agrumi fra le spese ammissibili nei programmi Operativi delle Organizzazioni di Produttori. “Considerata l’importanza che questo intervento assume nell’ambito dei programmi Operativi delle organizzazioni di Produttori agrumicoli siciliani – afferma Bandiera – chiediamo al ministero di soprassedere rispetto alla possibile esclusione dalla circolare di tale intervento, nelle more di un necessario approfondimento tecnico scientifico che dirima ogni dubbio in merito alla validità della tecnica, ai fini del miglioramento qualitativo delle produzioni”.

SPORT - Barrafranca, finanziata ristrutturazione stadio

SPORT

Finanziamenti a fondo perduto

Richiedi info per finanziamenti agevolazioni e investimenti

Operativi su tutto territorio Italiano

WhatsApp solo messaggi

Via libera del governo Musumeci alla ristrutturazione interna ed esterna dello stadio comunale di Barrafranca, in provincia di Enna. La giunta regionale, su proposta dell’assessore al Turismo, Sport e Spettacolo Manlio Messina, ha infatti approvato la rimodulazione delle somme e il finanziamento delle opere. A disposizione ci sono fondi per 1,5 milioni di euro che permetteranno il completo recupero e la piena polifunzionalità della struttura sportiva, la messa a norma degli impianti e l’apertura anche ad usi scolatici e turistici. “Abbiamo destinato al finanziamento dei lavori per l’impianto di Barrafranca – spiega l’assessore allo Sport Manlio Messina – oltre 38 mila euro derivanti dalle economie di spesa post gara generale relative all’intervento di manutenzione ed adeguamento dell’impianto sportivo “Matteo Agosta” di Vizzini, in provincia di Catania. Con la ristrutturazione, la struttura sportiva sarà certamente molto più accogliente e funzionale”.

ACIREALE - Pronta la scuola di Pennisi danneggiata dal sisma

ACIREALE

«Ancora due settimane e i bambini di Pennisi potranno rientrare in una vera scuola. Il nostro dipartimento della Protezione civile sta lavorando senza sosta per ultimare la struttura che permetterà ai piccoli alunni di abbandonare per sempre il container nel quale erano stati costretti a seguire le lezioni dopo il sisma dello scorso dicembre. Si ritorna così a una condizione di normalità che li potrà ulteriormente aiutare a dimenticare quei terribili momenti».
Lo afferma il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, annunciando l’imminente inaugurazione dei locali del nuovo istituto scolastico della frazione acese.
I primi moduli della struttura sono arrivati in Sicilia lo scorso cinque settembre a bordo di un Tir proveniente dal Trentino, dove ha sede la ditta incaricata di realizzarla e che ha già una notevole esperienza nella ricostruzione in zone sismiche. Si tratta di un edificio in legno con caratteristiche antisismiche e dotato di accorgimenti tecnici avanzati anche in termini di isolamento e resistenza alle avversità. La nuova scuola di Pennisi – costata 219mila euro – sarà totalmente ecocompatibile e avrà una superficie di 220 metri quadrati distribuiti in cinque aule, ingresso e quattro doppi servizi, di cui uno dedicato ai portatori di handicap.
«Restituire funzionalità alla scuola – sottolinea Calogero Foti, capo della Protezione civile regionale- costituisce un segno tangibile dell’attenzione con cui il Governo Musumeci guarda alle comunità e al loro bisogno di recuperare serenità nelle attività e nelle relazioni. E’ un’impresa nella quale siamo giornalmente impegnati, consapevoli che il risanamento economico e sociale passa attraverso il ripristino delle condizioni di normalità». Foti spiega che «il personale del Centro operativo regionale del dipartimento di Protezione civile, impegnato presso la sede di San Giovanni La Punta, ha lavorato alacremente per completare l’installazione della scuola entro la fine del mese, e garantire così un regolare avvio delle lezioni. Si è verificato un ritardo nella realizzazione del Piano di fondazione da parte del Comune di Acireale che ha fatto slittare la consegna delle opere di qualche settimana».
Soddisfazione ha espresso anche Alfina Bertè, dirigente scolastica della scuola “Panebianco”. «Poter rientrare in una vera scuola, ancora più bella e colorata di quella che avevano prima del sisma – ha detto – rappresenta per i bambini di Pennisi un atto di fiducia, di resilienza e di speranza nel futuro. Dimostra loro che anche le vicende più drammatiche possono essere affrontate e superate e, soprattutto, che si può avere fiducia nelle istituzioni perché hanno dimostrato che alle parole seguono i fatti».

Finanziamenti cambializzati

Richiedi info per finanziamenti agevolazioni e investimenti

Operativi su tutto territorio Italiano

WhatsApp solo messaggi

RIFIUTI - Più facile riparare apparecchi elettrici

RIFIUTI

Più facile riparare un’apparecchiatura elettrica ed elettronica. I Cat, Centri di assistenza tecnica, potranno prendere in carico tv, lavatrici frigoriferi e altri oggetti guasti senza sottostare automaticamente alla normativa sui rifiuti elettrici che è molto rigida. È quanto prevede un atto di indirizzo dell’assessorato regionale all’Energia e servizi di pubblica utilità che chiarisce in sostanza quando un’apparecchiatura diventa rifiuto, incentivando di riflesso le riparazioni.
«Facciamo chiarezza su una zona grigia a livello normativo – spiega l’assessore Alberto Pierobon – e rassicuriamo i Centri di assistenza che saranno così più propensi a ricevere gli apparecchi usati e a valutare la possibilità di ricondizionarli. I risvolti sono molteplici. Riduciamo alla fonte la produzione dei rifiuti, estendiamo il ciclo di vita del bene, forniamo ai meno abbienti la possibilità di acquistare dispositivi a un prezzo più basso, generiamo nuove opportunità di business all’interno dei Cat e dunque favoriamo nuovi posti di lavoro».
Il governo Musumeci sistema così un altro tassello nella gestione dei rifiuti in Sicilia. Tutto nasce dall’azione dell’assessore Pierobon che è intervenuto su una questione mai affrontata prima, chiedendo anche un parere al ministero dell’Ambiente che ha confermato positivamente l’intuizione dell’assessore. Fino a oggi, la consegna a un Centro di assistenza di una vecchia lavatrice, una tv guasta o a un pc malfunzionante, ha creato incertezza perché, configurandosi come rifiuti, costringono i Cat a rispettare rigide normative in tema di autorizzazioni e adempimenti. Il ritiro è previsto solitamente a fronte dell’acquisto di un nuovo apparecchio.
La Regione ha fornito quindi chiarimenti su questa fase e in particolare sul passaggio dalla denominazione di Aee, cioè le apparecchiature elettriche ed elettroniche normalmente funzionanti, a Raee, ovvero rifiuti che sono disciplinati da una normativa più rigida. L’assessorato ha descritto minuziosamente questo iter che di fatto responsabilizza i Centri di assistenza tecnica: quando un cittadino consegna una lavatrice o elettrodomestico ritenuto vetusto o mal funzionante, i tecnici devono valutare se può essere aggiustato o meno, senza paura di incorrere nella rigida normativa dei rifiuti elettrici e dunque in violazioni. In caso di responso negativo, sarà il cittadino a smaltirlo in un centro autorizzato. Altrimenti gli operatori si metteranno al lavoro per ripararlo. Alla fine i tecnici eseguiranno dei test e, se avranno esito positivo, il Centro potrà rivendere l’oggetto contrassegnandolo come ricondizionato, fornendo una garanzia minima annuale. Altrimenti, se l’oggetto non potrà essere rimesso in funzione, il Cat dovrà gestirlo come rifiuto e avviarlo a recupero o smaltimento.

STROMBOLI - Nuovo sistema di allarme in caso di eruzione

Finanziamenti online

Richiedi info per finanziamenti agevolazioni e investimenti

Operativi su tutto territorio Italiano

WhatsApp solo messaggi

STROMBOLI

Sarà effettuato domani (sabato 5 ottobre) dagli operatori della Protezione civile il test operativo per verificare la funzionalità del sistema di allertamento sonoro attraverso le sirene installato sull’isola di Stromboli. Le nuove prove, in programma alle ore 12, riguardano il funzionamento dell’impianto di segnalazione dell’imminente attività eruttiva del vulcano, fino a oggi azionata in maniera manuale. Il test, che comprende anche la frazione di Ginostra, non richiede l’attivazione di particolari comportamenti da parte della popolazione che potrà comunque contare sulla presenza dei volontari di Protezione civile e del Vis per eventuali chiarimenti.
«Con il nuovo sistema di allerta sonoro, che passa da manuale ad automatico – sottolinea il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci – si realizza un altro importante obiettivo per dotare Stromboli di uno strumento avanzato, capace di fornire alla popolazione, con preziosi minuti di anticipo, notizie sull’imminente attività eruttiva del vulcano. Proseguono gli interventi messi in campo dalla nostra Protezione civile per rendere l’isola più sicura».
«Il sistema di allerta sonoro in automatico – aggiunge il capo del dipartimento regionale della Protezione civile Calogero Foti – è direttamente collegato con la sala operativa dell’Università di Firenze. Poter conoscere con qualche minuto di anticipo l’imminente attività eruttiva consentirà agli abitanti di Stromboli di attuare comportamenti protettivi e di messa in sicurezza che in questi mesi sono stati indicati dai responsabili della Protezione civile anche attraverso i campi scuola formativi dedicati ai più giovani».
 

Segreteria generale

Bando pubblico consumatori – Chiarimento

Bando pubblico per la realizzazione di interventi mirati all’assistenza, all’informazione e all’educazione in favore dei consumatori e degli utenti,…

Segreteria generale

Avviso del bando asta per la vendita di immobili dello Stato (prot. 12996 del 17.07.2019 emesso dall’Agenzia del Demanio Direzione Regionale Sicilia – Servizi Territoriali – Catania 1 con nota prot…

Dipartimento delle autonomie locali

Avviso – Iscrizione seminario polizia municipale “La Comunicazione per la Polizia Locale: credibilità, immagine e motivazione al ruolo”

 …

Segreteria generale

Avviso pubblico per la manifestazione di interesse alla concessione da parte della Regione Siciliana di un sostegno economico sotto forma di contributo ex art. 128 L.R. 11/2010 e ss.mm.ii. – Eserc…

Segreteria generale

Pubblicazione Avviso di Udienza prevista per il giorno 9 maggio 2019, emesso dalla 5° Sezione Penale del Tribunale di Palermo …

Dipartimento delle autonomie locali

Elezioni amministrative 2019 

Il 28 aprile 2019 si svolgeranno in Sicilia le consultazioni elettorali per le elezioni dei Sindaci e dei Consigli comunali di 34 Comuni,…

Dipartimento dell’energia

Avviso pubblico – Elettrodotto in cavo semplice terna a 150 kV “S.E. Melilli – C.P: Priolo” e demolizione degli elettrodotti aerei a 150 kV S.E. Melilli – C.P. Priolo&r…

Presidenza della Regione

Ufficio speciale per la progettazione regionale – Manifestazione di interesse per mobilità interdipartimentale del personale del ruolo organico dell’Amministrazione regionale. L’avviso di manifesta…

Assessorato delle attività produttive

EXPO DUBAI 2020 – Realizzazione padiglione Italia – Manifestazione di interesse

Avviso pubblico per l’acquisizione di manifestazione di interesse – termine di presentazione…

Presidenza della Regione

Istituzione Ufficio speciale per la progettazione regionale – Manifestazione di interesse per mobilità interdipartimentale del personale del ruolo organico dell’Amministrazione regio…

Source

Finanziamenti cambializzati

Richiedi info per finanziamenti agevolazioni e investimenti

Operativi su tutto territorio Italiano

WhatsApp solo messaggi