Cassata al forno, la ricetta

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Mia Immagine

Pulsanti abilitati solo per info: Finanziamenti e Agevolazioni

La cassata al forno, è una torta tipica siciliana, ed è una versione meno calorica della ben più nota ed opulenta cassata siciliana.

Questa versione, meno calorica, (ma assolutamente non light) è formata da un guscio di pasta frolla, che racchiude un morbido ripieno fatto di ricotta e zucchero e arricchita con le gocce di cioccolata, seppur un po’ lunga da realizzare, in realtà è una ricetta abbastanza semplice, il trucco è dividere tutti i passaggi e procedere per gradi.

Mia Immagine

Alcuni nel ripieno mettono anche la zuccata, conosciuta anche come capelli d’angelo, vale a dire dadini di frutta candita, ma la vera cassata al forno è senza canditi. Altri, per tenere asciutta l’interno della cassata, mettono un disco di pan di spagna. Ma anche questo non fa parte della ricetta tradizionale.

Per evitare che l’interno si bagni, invece, è indispensabile far scolare la ricotta per almeno due ore, prima di aggiungere lo zucchero e lavorarla a crema.

Tradizione vuole che si prepari per i periodi di festa, Natale o Pasqua, ma ormai, si trova in ogni momento dell’anno, persino nei panifici la potete trovare sempre, intera o servita direttamente in comode porzioni.

Leggenda vuole che che questo dolce risalga alla dominazione saracena, quando in Sicilia si diffuse l’uso dello zucchero di canna oltre ad altri prodotti come l’arancia amara, il pistacchio, il limone, il cedro, la mandorla.

Questo è dolce che, come succede spesso, nacque per caso. Pare che un pastore mescolò della ricotta allo zucchero  e gli piacque talmente tanto che lo ripropose e lo chiamò Quas’at (dal nome della ciotola).

Furono invece i cuochi dell’Emiro, a piazza Kalsa, che decisero di farne il ripieno di un guscio di pasta frolla e di cuocerla appunto nel forno, dando i natali a quella che conosciamo oggi come cassata al forno.

Tempo di preparazione

60 minuti

Tempo di cottura

60 minuti

Dosi per

8 persone

Ingredienti

  • 300 g Farina
  • 150 g Zucchero
  • 125 g Burro
  • 2 Uova
  • 1 Limone, la scorza grattugiata
  • 1 pizzico di Sale
  • 600 g Ricotta di pecora
  • 250 g Zucchero
  • 50 g Cioccolato in gocce
  • Zucchero a velo
  • Cannella

Preparazione

Per preparare la ricetta della cassata al forno, mettete la ricotta di pecora a sgocciolare in un colino e riponetela in frigorifero, per tutta la notte. Quindi setacciatela, mescolatela per bene in una terrina insieme allo zucchero e aggiungete le gocce di cioccolato.

Preparate ora la base. Mettete nella planetaria con il gancio a foglia la farina e il burro tagliato a dadini e amalgamate fino a quando diventa della consistenza della sabbia bagnata.

Aggiungete lo zucchero e le uova, uno alla volta. E poi la scorza del limone e il sale e lavorate fino ad amalgamare per bene.

Mettete in un sacchetto di plastica per alimenti e fate riposare in frigo per un’oretta.

Passato il tempo stendete l’impasto, tagliatelo in due pezzi, dividendo l’impasto in 2/3 e 1/3 e stendete il pezzo più grosso con il mattarello, spolverizzando il piano con un po’ di farina.

Adagiate l’impasto sulla tortiera, rotonda e svasata, imburrata e infarinata.

Con i rebbi di una forchetta bucherellate l’impasto e versate la crema di ricotta nel guscio.

Stendete adesso il pezzo più piccolo e coprite il tutto, sigillando bene i bordi, e con un coltello fate dei taglietti.

Cuocete in forno già caldo a 180°C per 50-60 minuti circa.

Tirate fuori la cassata dal forno e lasciartela raffreddare. Da fredda, capovolgetela su un piatto da portata e cospargetela interamente con abbondante zucchero a velo e un po’ di cannella da disporre artisticamente.

Note

L’impasto può restare in frigo anche tutta la notte.
Lo stampo è lo stesso che si usa per fare la cassata tradizionale.
La quantità delle gocce di cioccolato può variare secondo il vostro gusto.

Mia Immagine

Pulsanti abilitati solo per info: Finanziamenti e Agevolazioni