Qualcuno dica a Cacciari che la democrazia , in attesa di diventare ”solo una chiacchera in rete”, e’ gia’ una chiacchiera alla TV , da lilli gruber. E con rimborso spese !

 

Mia Immagine

Richiedi informazioni per finanziamenti e agevolazioni

Mia Immagine

Salviamo la democrazia prima che diventi solo una chiacchiera in rete“Salviamo la democrazia prima che diventi solo una chiacchiera in rete”Lo svuotamento del Parlamento dai suoi poteri è il culmine di una crisi devastante che investe tutto l’Occidente. Ed è un fenomeno che va molto oltre i Salvini o i Di Maio ed è iniziato 30 anni fa.

 

Analisi condivisibile, peccato non ci sia neppure il minimo tentativo di indicare una soluzione possibile..Questo qua come crede di salvare la democrazia, sparando alle spalle come con Renzi? l’Unico di centro sinistra che ha portato il Partito a governare una legislatura COMPLETA,  fino a prova contraria dentro il Partito Socialista Europeo, c’è una sinistra Utopica, massimalista,  geneticamente scissionista, incompatibile con una sinistra riformista di governo, fanno cadere i governi sono inaffidabili e traditori molto più affidabile nei fatti per quello che ha votato Alfano che era di Centro destra molti lo hanno dimenticato . P.S. Si vada a vedere l’elenco delle 100 cose fatte dal governo Renzi. CON IL TUO DIRE E NON FARE HAI SDOGANATO NOVAMENTE IL FASCISMO IN ITALIA ORA  ITALIA VA LIBERA DAI FASCISTI e Salvini restituisca 49 milioni. Di Maio oggi ti stanno ricordando in TV delle vostre cialtronerie capitanate dal buffone Grillo contro il PD sulla questione MPS e ora volete nazionalizzare la CARIGE. State cercando posti di lavoro per i vostri parenti ???? Bella la prima pagina di Libero, giornale che non amo, ma fa giustizia sul vostro reddito di cittadinanza che definisce accattoni i richiedenti di questa regalia.

GRAZIE DEL REGALO DATOLI CARO CACCIARI. Da quando si è instaurato questo governo sono diventato volgare … si sono diventato volgare ma non violento… Guardate a cosa siamo arrivati con due fascisti come Salvini e Di Maio, senza dissociarsi, a malmenare giornalisti del L’Espresso. E quel ciarlatano di Salvini, offendendo le varie divise che indossa, vuole fare il duro con persone in mare mentre non restituisce 49 milioni. L’altro ciarlatano Di Maio corto di memoria e bugiardo ion quanto si smentisce ogni giorno sulle promesse fatte. LA DEMOCRAZIA DEVE TORNARE …. ITALIANI SVEGLIAMOCI… STIAMO RISCHIANDO GROSSO CON QUESTO GOVERNO…

QUESTA democrazia  (*puramente* rappresentativa) ha già mostrato tutti i suoi limiti in moltissime occasioni, ovunque nel mondo, sin dalla fine dell’ottocento. Di fatto, QUESTA democrazia si è sempre rivelata essere l’anticamera della dittatura. Mussolini, nel 1924, è stato regolarmente eletto da un popolo festante. Hitler, nel 1933, è stato eletto da un popolo festante. Chavez e Maduro sono stati eletti da popoli festanti. Bolsonaro ha fatto lo stesso.
Il “popolo sovrano” non è in grado di decidere responsabilmente del suo destino.
Ci serve una ALTRA democrazia. Una democrazia “a due stadi” in cui PRIMA si dimostra di essere in grado di decidere responsabilmente di se stessi e degli altri e POI ci si candida o si và a votare. Una democrazia in cui PRIMA si superano degli esami e POI si vota o ci si candida.

La democrazia,pertanto, non è un fine, ma un mezzo, l’unico mezzo per raggiungere un fine che è il pluralismo, che è l’autentico orizzonte per il benessere di una società. Il problema è che la democrazia può essere anche la strada per i monismi, mentre il pluralismo non ha altra strada che la democrazia. La sinistra invece si è sempre fermata alla democrazia (le “famose” democrazie popolari), scambiandola per il fine. Quindi non è sufficiente salvare la democrazia. E’ necessario salvare anche il pluralismo che è il suo fine: cioè quella pluralità di valori che vanno perseguiti in modo armonico e non solo uno a svantaggio di tutti gli altri. Come si fa? Come l’Italia ha fatto in questi 50 anni: dando spazio alle comunità locali e internazionali, alle associazioni non governative, al primato della Corte Costituzionale,alla cui composizione auspico anche la partecipazione degli enti locali.

Il 1° articolo della costituzione Italiana dice” L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro.

La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione”.Credo che il questi ultimi anni sarebbe da scrivere ” l’Italia è un paese fondato sulle chiacchiere, sulla critica, sulle polemiche, sulla trascuratezza del decoro Italico. Non mi si dica che è retorica o populismo visto che è la fotografia del nostro bel paese lontano da quanto scritto nel 1° articolo.



Share

 

Mia Immagine

Richiedi informazioni per finanziamenti e agevolazioni

Mia Immagine

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: