Argentina, appende il suo cane all’albero e lo uccide a calci e bastonate: non lo faceva dormire

 

Mia Immagine

Richiedi informazioni per finanziamenti e agevolazioni

Mia Immagine

Cane appeso ad albero e ucciso a bastonate in Argentina

Argentina, appende il suo cane all’albero e lo uccide a calci e bastonate: non lo faceva dormire

BUENOS AIRES – Un ragazzo di 22 anni si è filmato mentre appendeva il suo cane a un albero e l’uccideva a calcio e bastonate. “Non mi lasciava dormire, abbaiava tutta la notte”, questa l’assurda giustificazione per un gesto di deliberata crudeltà. L’episodio di violenza contro gli animali si è verificato a Santiago del Estero, in Argentina, dove la polizia ha rimosso il filmato da YouTube e dai social dopo averlo visto e ha arrestato il giovano.

Secondo quanto riportato dalla stampa locale, il ragazzo ha preso il suo cane, una femmina, l’ha legata con una corda a un albero e ha iniziato a colpirla con un bastone e a calci, fino a ucciderla dopo una lunga agonia. Una scena di crudeltà avvenuta davanti a un gruppo di bambini e che è stata filmata. Il ragazzo ha anche spiegato a un amico su WhatsApp il suo gesto: “L’ho uccisa, non mi lasciava dormire. Era sveglia e abbaiava tutta la notte. Allora oggi sono andato, l’ho appesa e l’ho uccisa”. Il giovane è stato arrestato e ora dovrà affrontare un processo.

L’articolo Argentina, appende il suo cane all’albero e lo uccide a calci e bastonate: non lo faceva dormire sembra essere il primo su Blitz quotidiano.

 

Mia Immagine

Richiedi informazioni per finanziamenti e agevolazioni

Mia Immagine

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: