Apple, l’accordo con Qualcomm prevedeva 1 mld di $ perché diventasse suo fornitore

 

Mia Immagine

Richiedi informazioni per finanziamenti e agevolazioni

Mia Immagine

<

div class=”textblock”>

Prosegue lo scontro legale tra Qualcomm e Apple e nel corso dell'ultima audizione sono emersi alcuni dettagli riguardo l'accordo che ha legato le due società a partire dal 2011.

Secondo quanto testimoniato da Steve Mollenkopf, CEO di Qualcomm, Apple chiese al chipmaker il pagamento di 1 miliardo di dollari per poter diventare il suo fornitore di modem per i successivi iPhone. Mollenkopf ha aggiunto che, sebbene questa pratica sia assolutamente consolidata all'interno del settore, la cifra richiesta da Apple andava ben oltre quelle solitamente considerate accettabili, senza considerare che la casa di Cupertino non diede alcuna rassicurazione riguardo le eventuali unità di modem che avrebbe ordinato in seguito.

<

p style=”text-align: justify;”>Apple richiese questa cifra come forma di compensazione ai costi tecnologici necessari per adattare il design dei suoi prodotti ai chip di casa Qualcomm e non più a quelli realizzati dal precedente fornitore, Infineon. Qualcomm accettò l'accordo – che prevedeva anche uno sconto sull'acquisto dei modem offerto sotto forma di rimborso – ponendo però una clausola di esclusività: qualora Apple si fosse rivolta ad un secondo fornitore, avrebbe perso il diritto ad ottenere il rimborso pattuito, il cui ammontare è ancora ignoto.


La riconferma di un’azienda che cerca l’equilibrio tra prestazioni al top e prezzo competitivo? OnePlus 6T è in offerta oggi su a 479 euro oppure da Amazon a 549 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

 

Mia Immagine

Richiedi informazioni per finanziamenti e agevolazioni

Mia Immagine

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: